La vendita di maglie in Europa continua a essere un business rilevante per i fornitori di abbigliamento da calcio. Nell’ultima stagione, oltre 15 milioni di maglie sono state vendute dai 98 club delle 5 principali leghe europee calcistiche, ma le vendite sono solo uno dei fattori che gli sponsor tecnici di maglia prendono in considerazione quando decidono di legarsi ad un Club.

Essere sponsor tecnico, non è però solo un discorso legato alla licenza di poter vendere le maglie nel Mondo, ma è anche e soprattutto un discorso di immagine. Significa poter abbinare il proprio marchio al prestigio di un Club, al suo palmares e quindi alla sua storia e ai campioni in roaster.

Per questo motivo va da anni avanti una battaglia tra Nike e Adidas che sembra non avere fine, nonostante i due brand sportivi negli anni abbiano spostato ingenti investimenti in altri sport, il running sopra tutti, che si stima che a livello di calzature venda 10 volte di più del calcio.

Ma rimanendo sul tema di partenza, senza divagare cerchiamo di capirci un pò di più su chi sta vincendo questa battaglia e chi sono gli altri player del mercato.

I blaugrana sono ancora i numeri uno e hanno appena rinegoziato l’accordo con la Nike passando dai 33 milioni di euro agli attuali 155 milioni che lo rendono il Club più pagato della storia.

Subito dopo arriva Adidas in rincorsa con un nuovo mega accordo che li lega al Real Madrid, che anche quest’anno giocherà la finale di Champions League, contro un’altra sua squadra la Juventus, che però da Adidas ne prende solamente 24 all’anno, avendo rinunciato a 6  milioni di euro per mantenersi il diritto di vendita delle stesse.

Adidas e Manchester United hanno chiuso una partnership da capogiro: il club più famoso del Regno Unito e la società tedesca delle tre strisce hanno concluso una nuova intesa di sponsorizzazione tecnica sulla base di un minimo garantito di 750 milioni di sterline in 10 stagioni a iniziare dal campionato 2015/16. Si tratta quindi di 75 milioni di sterline all’anno ovvero 94 milioni di euro al cambio odierno. In realtà Nike stava già valutando di non rinnovare la partnership.

La reazione di Nike si è fatta subito sentire sempre in Inghilterra dove un faraonico accordo tra Nike e Chelsea, 65 milioni all’anno per 15 anni, a costretto i Blues a rescindere il contratto ancora in essere con Adidas.

Subito sopra il Chelsea rimane ancora il Bayern Monaco dove Adidas è azionista del club bavarese con il 9,4% delle quote e finanzia la società con 66 milioni di euro all’anno.

Poi arrivano Arsenal che con Puma ha un accordo da 37,6 milioni a stagione, LIverpool con New Balance a 35 milioni, PSG con Nike a 35 Milioni e infine le italiane a chiudere questa classifica con AC Milan a 30, che rimane ancora per ora sopra la Juventus gia citata e solo molto dopo l‘Inter a seguire con 18 milioni con Nike.

La grande novità però sarà la sponsorizzazione di Nike al Tottenham in partenza a fine anno, dove il baffo subentrerà allo scadere di contratto con Under Armour, per una cifra che si aggira sui 40 Milioni a stagione, 3 volte di più del contratto precedente e segnando il sorpasso degli Spurs ai danni dell’Arsenal.

Tottenham e Nike studiano inoltre una partnership d’oro per la nuova casa del club del Nord di Londra, che dal 2018-19 giocherà nel nuovo stadio che sta per sorgere poco distante dallo storico White Hart Lane. 61 mila posti a sedere contro gli attuali 36 mila. Nike infatti per il naming o non naming avrà un ruolo cardine e tanti baffi da apporre in uno stadio che diventerà anche la casa europea della NFL.

Quindi tirando le somme qual’è il marchio più vincente del calcio Europeo? Le ultime 10 stagioni, stando ai dati diffusi, hanno visto Nike primeggiare con il 51,4% delle squadre che hanno vinto le principali competizioni calcistiche in Europa indossare i kit della casa d’abbigliamento americana.

Al secondo posto si trova Adidas, con il 28,5% delle squadre. La casa tedesca, tuttavia, pareggia il conto per quanto riguarda la Champions League riuscendo a riportare 5 vittorie come quelle di Nike, ed anche quello relativo alla scorsa stagione con 3 vittorie a testa e l’unica eccezione del Leicester-Puma vincitore della Premier League.

Anche se con l’arrivo delle ultime partite e con questa super Juventus, probabilmente le carte si ribalteranno a favore di Adidas e in futuro si vedrà.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...