Aereoporto di Cagliari. La nostra vacanza è finita purtroppo.


Due settimane in giro per la Sardegna sono durate meno del tempo di un mirto, volate via con il maestrale lasciando un forte aroma di vegetazione nelle narici e tanta nostalgia delle spiagge.

Il profumo di questa terra a mio avviso è unico. Odore di ginepri, mirto e salsedine si mischiano tutti insieme a dare il benvenuto agli ospiti sull’Isola costringendoli a respirare a polmoni spalancati.

Le sue spiagge niente da dire sono stupende, credo sia inutile stilare una classifica delle più belle.

Un mare cristallino che a seconda del fondale cambia colore da un versante all’altro e dove immergersi con la maschera e il boccaglio è obbligatorio.

L’abbiamo attraversata da Nord a Sud scoprendo una vegetazione che cambia molto diventando più verde mentre si scende verso sud.

Torri di avvistamento spagnole del 1500 sparse per tutta la Costa che una volta guardavano al mare per avvistare gli invasori saraceni, oggi guardano il mare cosparso di yacht e barche a vela che lasciano allibiti da quanta gente ricca ci sia al mondo.

Ma la Sardegna è tanto bella anche sulla terraferma, spiagge libere grandi e piccole che riportano tutti allo stesso livello con l’unica problematica che gli ombrelloni ogni tanto si staccano rischiando di accoppare qualche passante.

Oltre alle spiagge l’entroterra nasconde resti di civiltà antiche 4000 anni, popolazione nuragiche e fenice hanno poi lasciato spazio a cartaginesi e romani per arrivare fino ad oggi. Viaggiando per la Sardegna è molto facile , per questo, imbattersi in siti archeologici che vale la pena visitare, uno su tutti Nora.

Storia e cultura, ma anche spiritualità. Pozzo Santa Cristina, ad esempio, insieme ad altri templi Pagani trasmettono un’energia strana che ti invade il corpo… e poi che altro, ah sì mi stavo dimenticando  il cibo. Che mangiate che ci siamo fatti!

Carne, pesce, salumi e formaggi a non finire: mallorreddus,  porceddu,  culurgiones ( buonissimi), astice, pecorino, seadas e tanti altri di cui non ricordo il nome.

Consiglio la visita ad agriturismi tranne a chi ha lo stomaco troppo delicato come il mio!!

Insomma, non solo spiagge, locali e dinero come pensano i fan della vita Smeralda e gli amici di Briatore ! La Sardegna è tutta da scoprire e dato che mi mancano ancora un po’ di zone spero di tornarci presto!

✌️itto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...