Ri Chun-hee, nota come l’«annunciatrice del popolo», ha pianto e riso in diretta tv: nel 1995 annunciò la morte del Grande leader Kim II, qualche mese fa ha annunciato il lancio definito da lei “perfetto” del missile atomico che ha sorvolato il Giappone.

Ha fatto il giro dei giornali e telegiornali di tutto il mondo in pochissimo tempo e devo ammettere che mi ha fatto una grande impressione appena l’ho vista in video fare l’annuncio.

 

Da Wikipedia:

Nata nel 1943 da una famiglia di umili condizioni di Tongchon (Gangwon), è stata cresciuta con i fondi del governo a causa del suo penoso stato economico.

Laureata in performance art, è stata assunta dalla Televisione Centrale Coreana, dove lavora come giornalista e presentatrice del notiziario (in coreano 보도 – Podo) da quattro decenni. È caporedattrice dal 1974, e da allora è andata regolarmente in onda come commentatrice di ogni apparizione pubblica del leader supremo Kim Jong-il, nonché di eventi particolarmente importanti, come per esempio il test nucleare del 2006. Fu sempre lei ad annunciare la morte di Kim Il Sung (nel 1994) e di Kim Jong Il (nel 2011), in entrambi i casi scoppiando in lacrime in diretta televisiva.

Quando è in onda, solitamente indossa un vestito rosa in stile occidentale o, in alternativa, un hanbok, tipico abito femminile coreano, vagamente simile al kimono.

Il suo lavoro è molto apprezzato dalle autorità della Corea del Nord, soprattutto per via della sua pronuncia chiara e ben scandita, la sua mimica e la sua eloquenza, tali da suscitare forte empatia nei telespettatori. Pertanto è stata insignita dei titoli “Giornalista televisivo del Popolo” e “Eroina del Lavoro”. Questi riconoscimenti le hanno consentito di avere accesso ad alcuni benefici materiali, come ad esempio la proprietà di una casa moderna, una macchina di lusso e il libero accesso al mondo dello spettacolo, della moda e dell’abbigliamento (anche all’estero), normalmente preclusi alla normale popolazione nordcoreana.

Guardavo e pensavo dove può condurre l’ego smisurato di un uomo, un uomo che non vuole perdere il suo potere epocale, un uomo che si sente attaccato, un uomo che si sente un Dio in terra…cosa può fare un uomo del genere?

Questa anchor woman vestita di rosa con questo sorrisino da bambola vodoo Koreana ci da una misura della sua pazzia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...