Macchine volanti?

Futurama, Back to the future e quanti altri film di fantascienza….oggi però sono realtà.

Ci sono più di 15 start-up, a livello globale, che sono attivamente coinvolte nella costruzione di auto volanti per il futuro.

Futuro, che sembrava fiction e invece sta per realizzarsi per davvero.

La maggioranza di queste società sono state fondate negli Stati Uniti, tuttavia, ci sono coinvolte nella progettazione aziende di molti altri paesi, tra cui il Regno Unito, la Francia, la Germania, la Russia, la Slovacchia, Israele e il Giappone.

Le aziende  PAL-V, Terrafugia, Aeromobil, Ehang, E-Volo, Aeronautica Urbana, Kitty Hawk e Lilium Aviation hanno completato almeno un volo di prova dei loro prototipi di auto volanti.

Kitty Hawk è un passo avanti e ha avviato la pre-vendita della sua vettura volante modello Liberty Pioneer, che l’azienda intende fornire entro la fine del 2018.

L’azienda slovacca AeroMobil invece sta sviluppando un’automobile in grado di trasformarsi in un aereo in soli tre minuti.

Hanno in programma la fornitura dei primi modelli nel 2020, solo però se supererà il controllo di regolamentazione.

Oltre a queste start up, giganti di diverse industrie stanno entrando anche loro nel mercato delle automobili volanti.

Queste aziende portano con sé fondi e competenze tecniche per accelerare il processo di sviliuppo di questi . Recentemente, Uber ha lanciato il programma ‘Uber Elevate’, che ha lo scopo di agire come catalizzatore per rendere le vetture di volo trasportate una realtà creando sinergie tra agenzie governative, produttori di veicoli e regolatori.

Altri giganti tecnologici, come Google e Skype, hanno fatto investimenti in start-up come Kitty Hawk e Lilium Aviation.

Lilium, con sede a Monaco di Baviera, sostenuto da investitori che coinvolgono il co-fondatore di Skype Niklas Zennström, ha progettato un mezzo a cinque posti che sarà in grado di decollare e atterrare verticalmente, questo potrebbe essere utilizzato per servizi urbani quali l'”aereo taxi”

Nelle prove di volo, un prototipo a due posti ha eseguito manovre che includevano sia una transizione a mezz’aria con modalità hover – ovvero volando come un drone, sia un volo a bordo di ala – come un aereo convenzionale.

Questa sembra essere l’innovazione più interessante del settore, se si tiene presente anche il fatto che il consumo di energia di questi Jet è paragonabile ad un’auto elettrica e che potrebbe offrire servizi di volo – taxi  a prezzi simili a quelli normali ma con velocità cinque volte più veloci, secondo quello che dichiara l’azienda stessa.

Sarà interessante vedere quali saranno le prime applicazioni dei veicoli volanti.

Sebbene l’obiettivo finale dei produttori sia quello di riuscire a creare la mobilità personale aerea,  attraverso auto volanti e scooter di volo singolo, le applicazioni sono davvero tante.

Tutto il comparto di intrattenimento e turismo per esempio può trarne vantaggio : dall’utilizzo in parchi di divertimenti alle visite aeree di siti cittadini.

Il potenziale è senza limiti, Toyota ha finanziato un’auto volante denominata SkyDrive che dovrebbe essere utilizzata nell’illuminazione della fiamma olimpica ai Giochi di Tokyo nel 2020.

Ma non solo fini ricreativi come si può facilmente immaginare le applicazioni più interessate sono quelle legate ad uso militare, ma  sorveglianza e servizi di emergenza aerea.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...